Restauro portoni e portoncini a Firenze

Restauro porte, portoni e portoncini in legno a Firenze: dalla stuccatura alla verniciatura protettiva

Il restauro dei portoni in legno, che siano molto antichi o che risalgano anche solo ai primi del '900, richiede grande accuratezza ed esperienza. L'esposizione agli agenti atmosferici quali pioggia, neve, freddo, caldo, sole, corrompe non solo il legno ma anche le giunture e gli incastri.

Quando si procede al restauro di un portone in legno da esterno, i fattori da tenere in considerazione sono tanti: di che legno è fatto? A quando risale? Il legno di cui è costituito si è impregnato di umidità? Le giunture si sono arrugginite? Il fondo è marcito? A quali agenti esterni è più esposto?

A partire da quest'analisi iniziale, si può procedere alle varie fasi del restauro. Il primo passo è smontare tutti i pezzi che non sono legno: serrature, maniglie, battenti, battiporta, cerniere, pannelli protettivi, pomelli. 

Infatti il materiale fondamentale da ripristinare in toto è il legno. Le parti in legno vanno accuratamente controllate per verificare se sono state danneggiate da pioggia o tarli. Va controllato se i montanti inferiori sono marciti per l'umidità. 

Dopo aver verificato le parti danneggiate, si può procedere al ripristino delle parti in legno con la carteggiatura, la stuccatura e gli eventuali intarsi ove necessari. La tecnica dell'intarsio è molto utile quando è necessario sostituire traverse o pezzi consistenti molto danneggiati e non stuccabili.

Una volta sostituite tutte le parti in legno danneggiate, si può procedere alla carteggiatura, di modo da rimuovere completamente la vernice vecchia. Una volta carteggiato, si può procedere ad un primo trattamento con la vernice impregnante anti-tarlo.

E' fondamentale, tra un trattamento e l'altro, attendere un sufficiente tempo per l'asciugatura: il legno si deve infatti impregnare bene di ciascuna vernice, di modo da garantire la durevolezza del trattamento. Le mani di vernice sono sempre più di una ed includono sempre un trattamento anti-UV contro i raggi del sole e gli agenti atmosferici. 

Nel caso il portone fosse posizionato in una zona molto umida, è possibile anche trattare il legno con una soluzione impregnante a base di resina anti-umidità. 

Una volta finito di trattare le parti in legno con l'ultima lucidatura, si procede a rimontare (oppure a cambiare!) le parti in metallo, precedentemente disossidate e lucidate. Le parti in metallo definitivamente rovinate e non più utilizzabili vengono sostituite con pezzi identici o similari a quelli antichi. Il restauro della ferramenta è altrettanto importante di quello del legno.

L'effetto finale è stupefacente: i portoni antichi o vecchi riprendono vita e luce! La loro efficienza è totalmente ripristinata in termini di bellezza e manneggevolezza.

E' molto importante non lasciar marcire o degradare i portoni fino ad uno stadio molto avanzato: prima si restaurano, meno invasivo e laborioso sarà il restauro!

Restauro portoni a Firenze

restauro porte firenze, restauro portoni firenze, restauratore portoni firenze, restauro portoncini firenze, restauro portone firenze, costo restauro portoni firenze, stuccatura portoni firenze, ripristino portoni firenze



DOVE OPERA CALCE STUDIO

Calce Studio ha la sede legale a San Casciano Val di Pesa, in provincia di Firenze, ma opera in tutta l'area metropolitana di Firenze (anche e soprattutto nelle zone del centro storico della città); opera nelle province di Prato, Pistoia, Siena; nelle aree geografiche del Chianti e del Mugello.

Per lavori al di fuori di queste zone, si prega di contattarci per informazioni dettagliate.


Calce Studio Imbiancature di Gino Sorrentino - Via Roma, 19 - San Casciano in Val di Pesa (FI)
C.F.: SRRGNI90T25I438E - P.IVA: 06937570486

Website powered by Studio Hamelin - Firenze